fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Bushbox XL, una stufa tascabile

Le stufe da campeggio portatili possono essere uno strumento prezioso per i prepper per molte ovvie ragioni.

  • A volte non hai la possibilità di preparare un falò, oppure non hai tempo;
  • Alcune stufe usano i combustibili naturali in modo più efficiente;
  • A volte è bello poter accendere un fuoco e preparare una bevanda calda o scaldare l’acqua per un pasto liofilizzato.

Qualunque sia il motivo, che si tratti di campeggio, escursioni, bugging-out o emergenza, una piccola stufa da campeggio dovrebbe far parte del tuo kit di sopravvivenza. Tuttavia, ne esistono di svariate tipologie, forme e con diversi tipi di carburante. In questo breve articolo andremo a presentare la stufa Bushbox XL.

Forse ti può interessare l’articolo: “Come fare una BugOut-Bag da 72h

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

La stufa Bushbox XL

Questa stufa prodotta da Bushcraft Essentials è di gran lunga una delle più costose sul mercato, tuttavia è unica nel suo genere. Dalle dimensioni estremamente contenute (11,5 x 9 x 0,5 cm da chiuso), l’intera stufa pesa solo 260g. Questo aspetto è uno degli elementi caratterizzanti di questo prodotto: è probabilmente la più semplice stufa da inserire in uno zaino, se non addirittura in tasca. La stufa, di fabbricazione tedesca, è facile e veloce da installare. Basta aprire le piastre ripiegate a libro ed incastrare la base in acciaio inossidabile. In qualche secondo abbiamo a disposizione una piccola e resistente stufa per le nostre esigenze.

Altro aspetto, a mio avviso, grandioso della Bushbox XL è che puoi usare praticamente qualsiasi tipo di combustibile come legno, fibre vegetali o anche le tavolette di Esbit. Ciò permette di evitare di preoccuparsi di portare con se carburante extra. Infine, quando hai finito di cucinare, basta piegarlo e inserirlo nella confezione. L’attenzione ai dettagli è pregevole: ad esempio, è presente un piccolo “cassettino” per la cenere. Grazie a questo elemento, il braciere è bel isolato dal suolo. Le barre che fungono da supporto per le pentole possono essere disposte su diverse altezze, adattandosi perfettamente a seconda del carburante e del tegame utilizzato.

Da tenere in considerazione (anche se con le opportune attenzioni) come supporto per accendere fuochi anche in zone dove l’accensione di fuochi liberi è vietata.

Qualche piccolo consiglio

Come già detto, il montaggio è estremamente rapido. Per smontarlo, invece, è necessaria un po’ di attenzione nell’individuare le alette (o uncini) grazie alle quali i pannelli sono incastrati tra di loro. Tuttavia con un po’ di attenzione è tutt’altro che impossibile. L’accensione è immediata: è sufficiente usare una piccola esca, come un piccolo batuffolo di cotone e si crea subito un ottimo tiraggio. La fiamma brucia allegra e sviluppa molto calore. Per questo, è bene tenere sempre a portata di mano dei piccoli legnetti affinché possiate continuare ad alimentare il fuoco che consuma rapidamente il combustibile.

Se vuoi saperne di più, visita il loro sito internet bushcraft-essentials.com oppure il loro negozio Amazon.

Total
10
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Puntura di medusa: cosa fare e cosa non fare

Articolo successivo

La Terra brucia nell'indifferenza globale

Articoli correlati
Total
10
Share