fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Eclissi totale del 20 marzo 2015. Rischio Blackout?

I media hanno sottolineato la possibilità di blackout durante l’eclissi totale del 20 marzo 2015. L’evento spettacolare nel quale il sole che verrà oscurato dalla luna sarà visibile in Europa e Africa, durerà dalle 8.40 sino alle 12.50 (fuso orario Eu-Centrale). Il rischio di blackout è concreto o è una bufala?

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

Rischio blackout durante l’eclissi

Il sempre crescente fabbisogno di energia ha portato, già da tempo, ad investire nella ricerca di fonti rinnovabili, sostenibili e pulite. In Europa, i più grandi investimenti in energie pulite sono stati fatti in impianti eolici e fotovoltaici. Proprio questi ultimi risentiranno maggiormente dell’evento astronomico. Secondo le prime stime, dalle 8.40 alle 12.50 verranno a mancare ben 35mila megawatt, rafforzando la tesi del rischio blackout.

Il sistema di produzione e approvvigionamento energetico europeo è totalmente interconnesso. Gli equilibri circa la domanda di energia dei diversi stati sono costantemente monitorati e regolati. Un’ammanco così marcato di energia potrebbe mettere in ginocchio l’intero vecchio continente per le 4 ore nel quale durerà l’evento.

Realtà o bufala?

Sicuramente, la preoccupazione non è infondata: il problema non sta nella “mancanza di luce diretta” perchè è del tutto simile ad una giornata nuvolosa, bensì nella velocità nel passaggio tra luce e oscurità. Gli astronomi hanno calcolato che sarà 4 volte più veloce di un normale tramonto. D’altro canto, la Germania (dove risiedono fisicamente la maggior parte dei pannelli solari in Europa), verrà colpita solo da un’eclissi parziale, quindi i cali di produzione saranno più lievi.

Nonostante questo, i sistemi di approvvigionamento elettrico sono progettati anche per queste eventualità. Hanno sistemi di backup per rispondere a cali di produzione e possono dirottare il flusso all’occorrenza. Quindi, personalmente, non credo l’evento sia verosimile. Sicuramente, sarà un test molto importante per tutte le compagnie elettriche.

Magari, per scrupolo, evitiamo di prendere gli ascensori durante la mattina del 20 Marzo!

E voi? Cosa ne pensate, il rischio è concreto o è una bufala? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti!

Fonti:
ilfattoquotidiano.it – Eclissi 20 marzo, a rischio produzione energetica europea: “Possibili black-out”
rainews.it – Eclissi di sole del 20 Marzo, allerta per i gestori  delle reti elettriche: “Test senza precedenti”

Total
0
Shares
1 comment
  1. Ancora un attacco politico alle Fonti Rinnovabili. Si utilizza la scusa
    dell’eclissi, che durerà poche ore, per spegnere TUTTE le rinnovabili
    TUTTO IL GIORNO. Il messaggio che deve
    passare mediaticamente è che le rinnovabili sono problematiche da
    gestire. Questo creerà un precedente, per cui alla prossima copertura
    nuvolosa prevista dal meteo ci diranno la stessa cosa. PECCATO PERÒ CHE
    SIAMO L’UNICO PAESE IN EUROPA A FARE COSÌ, E CHE LA GERMANIA PUR AVENDO
    PIÙ RINNOVABILI DI NOI, E DOVE L’ECLISSI DURERÀ DI PIÙ, NON SPEGNERÀ
    PROPRIO NULLA!!! Lo chiariamo, tecnicamente la cosa è gestibile, si
    tratta solo dell’ennesimo attacco politico delle lobbies del fossile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Accendere il fuoco con un'esca

Articolo successivo

Contenitori per il vostro Survival Kit

Articoli correlati
Total
0
Share