fbpx
Prepping

Fascette: 8 usi in situazioni di sopravvivenza

Fascette utilizzi in sopravvivenza
Articolo precedente
Prima dell'emergenza
Next Article
ABC del Prepping
Commenti (6)
  1. Avatar Alkaest ha detto:

    Cosa cosa cosa????
    LE FASCETTE USATE COME LACCIO EMOSTATICO???
    Dimmi, vuoi che qualcuno perda un arto per le tue idee del cavolo? Seriamente?

    Anossia, sindrome da schiacciamento… ti dicono niente? Non puoi usare una fascetta come laccio emostatico! E’ la cosa più sbagliuata che tu possa fare in QUALSIASI situazione…

    1. Avatar Jilles C. ha detto:

      Alkaest Corretto!

      Non si possono usare come laccio emostatico, ma in casi ESTREMI in cui si ha a tiro solo delle fascette si possono usare.
      Chiaramente non in caso in cui vi è una compressione dei vasi ma se applicate a mo di laccio emostatico andrebbero tagliate ogni 15 minuti e rimesse ne più nemmeno come per il laccio emostatico, altra funzione sarebbe se applicate sopra bende, garze o panno per tenere pulita e chiusa la ferita.

      Perdona il relpy ma è giusto per dovere di cronaca 🙂

      Un saluto!

  2. Ciao Alkaest,
    inizio col ringraziarti per il tuo commento.
    Hai ragione, le fascette non nascono per essere impiegate come laccio emostatico e un’uso improvvisato può essere controproducente.
    Tuttavia, se si evita il contatto diretto della fascetta con la pelle (per evitare proprio l’anossia), magari usando del tessuto che distribuisca la compressione uniformemente, è possibile usarle. Ciò che bisogna evitare è l’uso di vettori anaelastici, che blocchino completamente il flusso sanguigno. Non credi?
    Ciò nonostante, ti ringrazio per aver sottolineato questo problema. Provvederò a rettificare quanto prima.

  3. Avatar Alkaest ha detto:

    L’anossia si ha in quanto la fascetta non può essere aperta. In caso di laccio emostatico, contrariamente a quello che si vede nei film, il sangue non deve essere completamente fermato e il laccio, in caso di applicazione prolungata, va “smollato” ogni decina di minuti indicativamente, in caso contrario i piccoli vasi sanguigni muoiono e si la cancrena dell’arto.
    Purtroppo io posso dirlo dopo un incidente automobilistico in cui un novello Rambo decise di intervenire sul mio braccio sinistro che era stato squarciato dal vetro legando il cavo delle batterie a monte della ferita.
    Ripresi i sensi in ospedale con tre delle dita della mano ormai irrecuperabili.

  4. Avatar Fabio D'alessandro ha detto:

    mah… il problema, aprioristicamente, è che le fascette sono di solito usa-e-getta; e che si possono solo stringere. ma , a riguardo, ho trovato questo articoletto interessante:

    http://www.dimmicomefare.it/2013/02/08/come-aprire-una-fascetta/

  5. Avatar sandra scrimali ha detto:

    porto sempre con me le fascette. Mi si sono spalancare le suole degli scarponcini scendendo dal Badile e le ho fissate con le fascette, riuscendo a raggiungere non solo il rifugio ma anche l’auto a Bagni di Masino.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono indicati con l'asterisco *