fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Movimento dei Forconi. Come prepararsi al 9 Dicembre.

Già due anni fa il Movimento dei Forconi aveva completamente paralizzato l’Italia. Uno sciopero selvaggio nel Sud-Italia degli Autotrasportatori aveva azzerato le forniture di ortaggi e generi alimentari nel Nord-Italia e reso impossibile la circolazione. I danni economici furono notevoli, per tutti.
Questa settimana, in particolare il 9 Dicembre, lo stesso movimento replicherà, e “bloccherà tutto”.
Non sappiamo se e che portata avrà la manifestazione, ma in questi casi è sempre bene prepararsi per tempo a disordini e possibili disagi.

Non voglio scendere nella valutazione dell’iniziativa, affermando che è giusta o no, ma voglio fornirvi una scaletta per prepararvi e ridurre al minimo i disagi. Ecco come fare:

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram).

Fare scorta di generi alimentari

Memori degli avvenimenti dell’anno scorso, è opportuno prepararsi in questi pochi giorni che precedono l’evento facendo scorta di generi alimentari: pasta, farina, zucchero, sale, uova e latte a lunga conservazione.

I prodotti a lunga conservazione come salsa, verdure, legumi e cereali sono la base di una buona dispensa.

Non dimenticate l’acqua: la quantità procapite d’acqua consigliata è di circa 2 litri al giorno. Cercate di costituire una buona riserva d’acqua potabile, possibilmente naturale.
Prendete come riferimento temporale almeno due settimane, un tempo ragionevolmente lungo che permette di avere una finestra di manovra.

Energia

Se avete dispositivi elettronici, di cui non potete fare a meno, procuratevi una scorta di batterie per poterli ricaricare all’occorrenza. Non è prevista l’interruzione di energia da parte del Movimento dei Forconi, ma è un’eventualità da considerare, nel caso la manifestazione scappi di mano e possa portare a gesti particolarmente significativi.
Anche per quanto riguarda il carburante, munitevi di qualche tanica da tenere come scorta se non potete fare a meno di spostarvi con la macchina. Bloccati i trasporti non arriveranno rifornimenti di alcun genere.

Fare scorta di generi alimentari

>E’ probabile anche un blocco delle banche
Questo è un argomento spinoso e da affrontare con strategia. E’ buona cosa avere del contante in casa, onde evitare di restare senza denaro, ma fatelo con attenzione. Sapendo che molta gente preleverà del contante è possibile che aumentino i furti negli appartamenti, quindi non chiudete il conto per nascondere i risparmi di una vita sotto al materasso. Prelevate l’essenziale per le emergenze.

Altri generi

Se prendete medicine, farmaci particolari, o periodicamente vi preoccupate di fare scorta di qual si voglia prodotto di cui non potete in alcun modo fare a meno, in questi giorni anticipate l’acquisto. Non sappiamo la portata della manifestazione e l’intensità. Dobbiamo proteggerci e prepararci al peggio.

In conclusione

Non voglio stroncare ne incentivare la manifestazione, ma in questi casi, dove la rabbia e lo stato di sofferenza vengono raccolti e amplificati dalla folla, è buona norma restare in casa ed evitare il più possibile di tuffarsi negli scontri.
Le forze dell’ordine dovranno contenere una folla enorme e molto agitata quindi, è intuibile, che alle prime scintille ci andranno giù pesante; ergo evitate di scendere in piazza se non volete partecipare agli scontri.

Sperando di esservi stato utile, vi invito a iniziare a prepararvi sin d’ora.
Di seguito posto alcuni link per saperne di più:

  • http://news.supermoney.eu/economia/2013/11/sciopero-dei-forconi-il-9-dicembre-dove-come-e-perche-0045230.html
  • http://prepper.it/index.php/scenari/357-il-ritornoi-dei-forconi-forti-disagi-in-vista
  • https://www.facebook.com/pages/Movimento-dei-Forconi/254645254561355
  • https://www.facebook.com/events/176967699172312/?ref=2&ref_dashboard_filter=calendar

Alla prossima.

Total
0
Shares
2 commenti
  1. Io non ho partecipato, non perché abbia paura delle manganellate, ma perché avevo altri impegni nei giorni delle manifestazioni. Per come la vedo io, non è un buon consiglio restare fuori dalle manifestazioni, ma è chiaro che ognuno ha il suo punto di vista.

  2. Il fatto è che a posteriori abbiamo visto che non è successo nulla… ma in queste situazioni, la polizia a volta ci va davvero pesante, e i manifestanti spesso non sono veri e propri manifestanti ma gente frustrata che vuole sfogare la propria rabbia. In ogni caso, condivido a pieno i motivi e la filosofia che ha mosso la protesta e meno male che non ci sono stati grossi scontri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Campo base: quali e quando usarli

Articolo successivo

Psicologia da emergenza. Ecco cosa evitare.

Total
0
Share