fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Oggetti sacrificabili e di scambio

Oggetti sacrificabili e scambio - Portale Sopravvivenza

Tutti quanti noi, in media, possediamo almeno 1000 oggetti. Molti sono utili altri meno, ma conoscere la loro funzione, la loro influenza e valore è una skill “nascosta”. Perché? Ora te lo spieghiamo meglio.

In casa tutti i giorni vediamo e abbiamo sotto mano l’immensa distesa di oggetti acquistati, con più o meno fatica, ma siamo proprio sicuri che siano indispensabili? E se sono veramente indispensabili, siamo sicuri che il loro valore economico ed affettivo non li rendano sacrificabili?

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

Oggetti sacrificabili

Partiamo con un esempio pratico. Una torcia della Fenix, magari una TK35 da 135,00€ fa luce alla stessa maniera di una torcia economica. Dunque, la funzione di una torcia è quella di fare luce, poi che ne faccia più o meno al momento lo tralasciamo.
Teniamo conto che: le batterie della prima sono molto costose e non sempre reperibili ed ha un dispendio maggiore di energia. Inoltre come ti sentiresti se dovessi rompere la tua costosa torcia da 140€ per affrontare una situazione di necessità?

Anche tu ti stai chiedendo “perché mai dovrei romperla”? In una situazione dove non si ha nulla a disposizione o di emergenza VERA gli oggetti sono sacrificabili, o meglio, devono essere sacrificabili!

Il vetrino della torcia e l’imbuto riflettente sono ottimi per concentrare i raggi del sole ed accendere un fuoco, oppure il vetro a specchio per fare segnalazioni, il laccio per riparazioni, ecc. Inoltre oggetti molto costosi se persi o danneggiati fanno male al portafoglio e di conseguenza al morale. Valuta sempre bene questo aspetto!

Potreste obiettare sul fatto che oggetti di basso costo e fattura siano meno funzionali e magari può anche essere vero, ma non sempre.
Tornando al discorso di prima, in casa cerca di tenere il minor numero di oggetti possibile e meglio ancora solo quelli indispensabili. Nel prepping una delle regole basilari non è accumulare come si può erroneamente trarre a conclusione, ma è quello di avere scorte sufficienti, il che vuol dire non 5 trapani, 160 punte, 6 set di attrezzi, 12 servizi di piatti ecc. Ti basterà avere un rimpiazzo.

Oggetti di scambio

Esistono poi gli oggetti di scambio e questi fanno eccezione, più ne hai e meglio è!
Di solito sono beni superflui, come: cibo, sigarette, alcolici, dolci e cioccolata, cancelleria, attrezzi da lavoro, articoli ricreativi (dadi, carte, …), medicinali e oggetti per igiene personale.

Questi articoli, in un possibile collasso economico o scenario post apocalittico, sono la moneta di scambio e, a tutti gli effetti, rientrano negli extra per la sopravvivenza. Per intenderci non rientra in questo campo il servizio da tè bordato d’oro della nonna.

Alcune regole fondamentali

Per concludere, tieni a mente queste 3 fondamentali regole:

1) Acquista sempre oggetti sacrificabili o non troppo costosi per la tua sopravvivenza. Se proprio non ne puoi fare a meno, acquista oggetti che nel caso non ti facciano male al portafoglio.

2) Non stipare tonnellate di oggetti. Ne basta qualcuno in più dell’indispensabile. Averne meno faciliterà anche a te la vita nel caso cerchi ciò che ti serve.

3) Se proprio vuoi accumulare, l’eccezione è costituita dagli oggetti sopra descritti e, in aggiunta, metalli preziosi, pietre ed oro. Considerate però che questi beni non sono commestibili e, in un ipotetico “nuovo mondo”, qualcuno potrebbe strapparvi le dita per prendervi l’anello! 🙂

NB: non ho aperto il discorso su armi da fuoco in quanto è un argomento abbastanza spinoso da affrontare in questo contesto, ma nel caso (a modesto parere del sottoscritto) potete includere le munizioni nei “beni di scambio”.

Un saluto a tutti da Jilles C.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Eclissi in diretta streaming

Articolo successivo

Le calze Dexshell

Total
0
Share