fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Pernottare nel bosco: isolamento da terra

Quando ci troviamo a passare la notte in natura, un buon isolamento da terra è importante e non è assolutamente un elemento da sottovalutare. Non lasciamoci ingannare: il suolo può sembrare asciutto ma standoci sopra a lungo rischiamo di debilitare il nostro corpo a causa sia dell’umidità che del freddo.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

Perchè l’isolamento da terra

Con un buon isolamento da terra siamo protetti dall’umidità e dal freddo proveniente dal suolo. Questo è importante per avere un buon sonno, per recuperare le forze e le energie. Ricordiamoci sempre che un buon sonno aumenta la motivazione e il morale, condizioni essenziali per rimanere mentalmente lucidi e affrontare situazioni al limite.

Prima di passare alla pratica, vorrei dire ancora due parole sulla scelta del luogo per la sosta: ci sono molteplici fattori da prendere in considerazione, in primis il tempo di permanenza, oltre alla possibilità di accendere un fuoco o la presenza di vento (esempio nei canaloni).

Regole di base per scegliere il luogo del pernotto

Non approfondisco il tema perché davvero ampio. Ciò nonostante vi illustro alcune regole di base per scegliere il luogo ideale per pernottare: 

  • evitare zone che sono soggette a caduta massi; 
  • evitare di pernottare vicino alberi secchi o malati, i cui rami possono cadere e colpirci durante la notte;
  • evitare di sostare sulle piste degli animali;
  • posizionarsi non troppo vicino a fiumi o fonti d’acqua (per scongiurare il rischio di inondazione) ma nemmeno troppo lontani per evitare di percorrere lunghe distanze per l’approvvigionamento di acqua.

Non mi dilungo oltre e vi lascio al video che, sicuramente, è più esplicativo di questo breve testo.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
moschettoni utilizzi

Moschettoni: questi sconosciuti

Articolo successivo

Bioterrorismo: 80mila a rischio per batteri super resistenti

Total
0
Share