fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Razioni alimentari. Razione K vs MRE

Chi non conosce le razioni individuali da combattimento?
Se chiederete ad un qualunque soldato (oppure a chi ha fatto la naja) di descrivervi la razione da combattimento, più comunemente chiamata Razione K, quasi sicuramente noterete un’espressione di disgusto sul loro viso.
In realtà non è proprio così disgustoso ma, come ogni cibo mangiato abitualmente, a lungo andare inizia a farsi odiare.

(Vuoi ricevere questi articoli in anteprima direttamente sul tuo smartphone? Iscriviti al canale Telegram di Portale Sopravvivenza)

Razione K vs MRE

In questo articolo descriverò due tipologie di razione, ovvero quella italiana (Razione K) e quella americana (MRE Meal Ready-to-Eat); le ho testate personalmente tutte e due e ciascuna ha pro e contro, ma andiamo con ordine.

Razione K

Questa razione, creata durante la Seconda Guerra Mondiale dal nutrizionista statunitense Keys (ecco spiegata la K), serve a garantire un apporto calorico adeguato ai soldati in battaglia. C’è da sottolineare che, confrontando tutte le versioni nazionali di questa razione, i soldati decretano che quella italiana è la migliore, sia a livello quantitativo che qualitativo.

La razione si presenta come un grosso pacco verde scuro, sigillato ermeticamente, contenente tre piccole confezioni di cartone, rispettivamente per la colazione, il pranzo e la cena. Il peso è di circa 2 kg e l’ingombro è notevole.
Le varietà dei menu sono classificate con un codice cromatico (un bollino colorato, quello che ho testato io era di colore verde) per assicurare che il soldato vari la propria alimentazione, anche se comunque, le combinazioni non sono numerose.
Noi italiani abbiamo una venerazione per il cibo e questa nostra passione si nota anche analizzando questo tipo di pasto, ma andiamo ad analizzare il contenuto nel dettaglio:

Contenuto Razione K del mattino

  • Biscotto dolce o galletta energetica dolce;
  • Gelatina di frutta o Confettura di frutta;
  • Caffè o The solubile;
  • Latte condensato o Cappuccino monodose;
  • Cioccolato extrafondente o Cordiale in bustine;
  • Zucchero in bustine;

Contenuto Razione K di mezzogiorno

  • Tortellini al ragù o Ravioli al ragù o Pasta e fagioli o Minestrone di verdure;
  • Carne bovina in gelatina o Carne suina in gelatina o Tacchino in scatola o Wurstel in scatola o Tonno e piselli;
  • Biscotto cracker;
  • Barretta di frutta e cereali o Barretta energetica;
  • Caffè solubile liofilizzato;
  • Zucchero in bustine;

Contenuto Razione K della sera

  • Ravioli al ragù o Pasta e fagioli o Minestrone di verdure o Insalata di riso;
  • Medaglioni di carne bovina in gelatina o Carne bovina in gelatina o Pollo in gelatina o Tacchino in gelatina o Tonno e fagioli o Sgombri sott’olio;
  • Biscotto cracker;
  • Barretta di frutta e cereali o Barretta energetica;
  • Caffè solubile liofilizzato;
  • Zucchero in bustine;

Il contenuto ampliato da una serie di accessori che completano l’equipaggiamento del soldato e, a mio parere, non hanno eguali perché non lasciano al caso nessun aspetto del pasto.

Accessori Razione K

  • 1 bustina di sale;
  • Compresse potabilizzanti per acqua;
  • Kit di disinfezione dell’acqua;
  • 3 spazzolini usa e getta per l’igiene dentale;
  • 3 stuzzicadenti in confezione singola;
  • 6 salviette di carta pluriuso;
  • 1 cucchiaio in plastica per la colazione;
  • 2 set di posate in plastica (coltello e forchetta) per il pranzo e la cena;
  • 1 fornello scalda-rancio;
  • 6 tavolette combustibili per fornello;
  • 1 scatola di fiammiferi;
  • 3 contenitori ecologici per rifiuti;
  • 1 foglietto di istruzioni;

US MRE – Meal Ready to Eat

Se da un lato la razione italiana è molto più completa ma anche più ingombrante, la razione americana è la sintesi perfetta tra versatilità, compattezza e velocità d’utilizzo.

La razione MRE (Meal Ready-to-Eat) si presenta come un pacchetto di modeste dimensioni di colore beige. Sigillato ermeticamente anch’esso, contiene un solo pasto il cui apporto è circa sulle 1000 Kcal (questo valore varia a seconda dei menu analizzati).
Il gusto delle pietanze non è male ma, sicuramente, i nostri palati nostrani potranno soffrire un po i gusti e gli accostamenti d’oltre oceano.

Queste razioni sono disponibili in ben 24 varianti, alcune anche vegetariane, e presentano un notevole contenuto tecnologico grazie al quale l’ingombro, i rifiuti e i tempi del pasto sono notevolmente ridotti.

Se per la Razione K italiana è necessario un fornello con dell’esamina per scaldare il pasto, in quella americana no: lo scalda rancio in dotazione funziona con pochi ml di acqua e permette di scaldare il pasto principale ed eventualmente la bevanda fornita.

Detto questo, passiamo alla composizione della razione (quella testata da me era il menù 13 – Cheese Tortellini):

Composizione MRE, Menu 13

  • Tortellini al formaggio in salsa (più che al formaggio era una sorta di salsa di pomodoro speziato con del formaggio);
  • Purea di mele;
  • Cracker;
  • Burro di noccioline;
  • Barretta cereali e muesli;

Accessori comuni a tutte le razioni:

  • Un cucchiaio di plastica;
  • Uno scaldavivande chimico;
  • Una bustina di zucchero;
  • Una bustina di sale;
  • Una bustina di caffè in polvere:
  • Una bustina di latte in polvere;
  • Una bustina di tea o energy drink o cacao in polvere;
  • Due chewingum;
  • Una bottiglietta di tabasco o peperoncino in polvere;
  • Caramelle dure alla frutta, skittles o M&M’s;
  • Salviette umidificate;
  • Salviette non umidificate;
  • Fiammiferi.

Razione K o MRE, qual è la migliore?

Per concludere questa recensione, credo che entrambe le razioni siano ben lontane da un pasto preparato in casa ma, in condizioni di emergenza, sopravvivenza o altri frangenti siano degli ottimi pasti sostitutivi.
Chiaramente esistono alcune problematiche riguardanti l’acquisto di queste razioni perché di origine (e proprietà) militari, ma su Amazon si trovano delle varianti civili delle MRE americane, mentre per quelle italiane si possono facilmente reperire tutti i componenti al supermercato (quando aprii la mia razione trovai il “tonno e piselli” della RioMare).

Spero che questa breve panoramica vi sia piaciuta e vi lascio con due contributi video per meglio entrare nel dettaglio delle varie razioni.

(Vuoi ricevere questi articoli in anteprima direttamente sul tuo smartphone? Iscriviti al canale Telegram di Portale Sopravvivenza)

Razione K: https://www.youtube.com/embed/lOwT5QU1Lfc

MRE: https://www.youtube.com/embed/cwORMkBuoOc

Total
4
Shares
2 comments
    1. Ciao Vincenzo,
      in realtà le razioni k italiane “in corso” non sono facilmente reperibili. Puoi provare a cercare su ebay o su piattaforme che trattano materiale da collezione, cercandone una che sia scaduta da meno di un anno. Se invece conosci qualcuno nelle forze armate, puoi provare a chiederne una come favore personale anche se, come soluzione, la vedo difficile.
      Per esperienza, ti dico che la razione k italiana non ha nulla di particolare: all’interno trovi spesso alimenti confezionati che puoi reperire tranquillamente al supermercato. Il plus di quelle americane risiede solo nel fatto che sono comode da inserire nello zaino e che hanno un sistema “scalda-vivande” molto efficace.
      La K fa figo ma esistono soluzioni ben più economiche 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

Scrubba Wash Bag

Articolo successivo

Lo zaino US Assault MOLLE 30L

Total
4
Share