fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Razione NRG-5

Da tempo desideravamo testare sul campo le famose razioni di emergenza NRG-5. Diciamo subito che ne siamo usciti quasi incolumi ma c’è da dire che abbiamo la pellaccia dura e quindi questa prova non ci ha scalfito più di tanto.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram).

Cos’è la Razione NRG-5

La razione NRG-5 è un alimento d’emergenza di tipo “civile” che si presenta come dei biscotti compressi. E’ usata prevalentemente in missioni umanitarie o durante emergenze di varia natura dato il suo poco ingombro e l’elevato apporto energetico. Ma entriamo nel dettaglio e analizziamo quali siano le sue specifiche.

Composizione

La NRG-5 è un alimento ipercalorico (non iperproteico): si presenta in confezione ermetica da 500g e fornisce 2300 kcal (4,6 kcal/g) ideale per coprire l’apporto energetico giornaliero di un adulto, in particolare riporto le specifiche nutrizionali per completezza: Carboidrati 60,2% – Proteine 14,5% – Grassi 17,3%. Composto da farina, zucchero, grassi e proteine vegetali, vitamine e minerali, la NRG-5 ha una scadenza pressoché illimitata anche se sulla confezione c’è scritto 10 anni, più che altro per motivi legislativi.

Veniamo al sapore: nota dolente.
Come si può intuire, alimenti di questo genere non sono famosi per il sublime gusto, infatti, la prima cosa che ci ha detto la nostra benevola cavia Fallen Legend è stato: “sembra di mangiare segatura, pangrattato e cartapesta!“.

Sulla scatola della razione è riportato che il prodotto non deve essere cotto, ma può essere mangiato così com’è, oppure sciolto in acqua o latte per formare una purea dal sapore lievemente dolciastro. Inoltre è indicato di “bere molta acqua durante l’assunzione di questo alimento”, ciò fa intuire che dev’essere particolarmente stopposo e secco.

Preso singolarmente non è il massimo per il morale ma, considerando il contesto e l’ambiente nel quale si dovrebbe utilizzare, è utile averne qualche confezione. Il costo si aggira intorno ai 15€/kg e, a mio avviso, in condizioni disperate piuttosto che mangiare le classiche suole delle scarpe, questo alimento rappresenta una manna dal cielo.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La Russia schiera i missili. Una nuova guerra fredda?

Articolo successivo

Firefight - Come combattere gli incendi

Total
0
Share