fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Recensione Videocamere Blink-XT

Scegliere il sistema di videosorveglianza

Presa la decisione di acquistare un sistema di videosorveglianza per la mia abitazione, ho scoperto un vero e proprio universo di possibilità: videocamere a filo, con rilevatori di movimento, memorizzazione su hard disk, su cloud, con infrarosso, senza infrarosso, Wi-Fi, connessione ad internet, ad intranet, GSM… Ammetto che come primo approccio a questo mondo non è stato facile.
Per trovare la soluzione più efficace per le mie esigenze ho dovuto sedermi, prendere carta e penna e stilare un elenco delle mie necessità. Le riporto di seguito, magari ti ci puoi ritrovare:
– nessun tipo di filo: dovevo installarle in casa senza rompere un muro e senza cavi volanti;
– rilevatore di movimento;
– funzionamento notturno (ad infrarosso);
– sistema di archiviazione non rumoroso. Per esempio, quelli su Hard Disk sono rumorosi ed ingombranti;
– accesso tramite smartphone con eventuali notifiche di allarme in mia assenza;
– posizionamento anche all’esterno, quindi non doveva patire pioggia, neve, gelo e vento.

Poiché le necessità erano parecchie, pensavo che sarei dovuto scendere per forza a compromessi. Poi però, dopo qualche ricerca su internet e su Kickstarter, ho scoperto le videocamere Blink-XT che – incredibile! – rispondeva a tutte le mie esigenze. Blink è un’azienda del gruppo Amazon, quindi ho capito subito che non si trattava di un prodotto improvvisato e ho deciso di acquistarla.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

Le videocamere Blink-XT (versione da esterno) supportano fino a 10 dispositivi collegati sullo stesso network. Si collegano alla rete Wi-Fi domestica tramite un piccolo modulo, il Sync-Module che permette di creare e gestire la rete di telecamere.
L’installazione è di una semplicità disarmante: una volta scaricata l’app sul proprio smartphone (compatibile sia con Android che iOS, circa 70mb) è la stessa applicazione a guidarvi nella configurazione: non male!
Dietro ciascuna telecamera è presente un QR code da scansionare per aggiungere la camera al network.

Ciascuna telecamera può essere alimentata via cavo micro USB che con 2 batterie AA. Il vantaggio delle batterie è duplice. In primis non c’è bisogno di passare nessun tipo di cavo: è un bene se dovete installare una videocamera in zone dove non è possibile portare l’alimentazione. In seconda battuta, la camera non risente di sbalzi di tensione.

L’installazione fisica comporta il serraggio di una vite sul supporto orientabile della videocamera.
È bene verificare che la telecamera sia nel range del router e che abbia almeno un segnale di tre tacche. Sotto questo livello, la visione e gli alert del sistema potrebbero essere compromessi e non tempestivi.

I miei pro

Complessivamente, rispetto le mie aspettative iniziali sono rimasto piacevolmente stupito dalla qualità dei materiali e della funzionalità di questo sistema di videosorveglianza Blink.
Al momento è passato un anno dall’installazione e mi sento in grado di individuare in modo oggettivo le motivazioni che mi rendono un felice utilizzatore della Videocamera Blink-XT:

  1. Le videocamere sono davvero impermeabili: le mie hanno preso acqua, neve, gelo e tanto vento ma grazie alle guarnizioni intorno al coperchio, non hanno risentito ne degli agenti atmosferici, ne delle temperature rigide.
  2. Il servizio di archiviazione dei filmati è gratuito fino a 2 GB. Molte altre marche richiedono il pagamento annuale di una quota per conservare i video. Nel caso di Blink, una volta acquistata la videocamera ci si dimentica di costi extra.
  3. Le batterie durano un anno e anche di più: dall’installazione ancora non le ho sostituite e sono delle semplici Energizer, tra l’altro incluse. Grazie al rilevatore di movimento e alla programmazione della durata del video dalle Impostazioni sull’applicazione, si ottimizza la durata delle batterie.
  4. Posso schedulare l’attivazione del sistema di videosorveglianza quindi mi evita di attivarlo manualmente ogni sera e mi assicura che sia sempre attivo quando serve.
  5. Il sistema è espandibile. Ciò permette di aggiungere, spostare o rimuovere le videocamere a seconda delle mie esigenze.
  6. Il rilevamento di movimento e la visione notturna sono davvero performanti sia in esterno che all’interno. Inoltre è possibile selezionare quali porzioni dell’inquadratura rendere “sensibili” al movimento. Tramite una griglia di selezione posso escludere o includere porzioni di schermo dal rilevamento.

Tre difetti

Purtroppo ci sono anche dei difetti che è bene tenere in considerazione prima di acquistare una Videocamera Blink-XT. Principalmente, a mio parere, sono tre:

  1. Le videocamere hanno circa 3-4 secondi di delay nella trasmissione video.
  2. Il sensore di movimento è sensibile ma se il movimento è molto veloce, è probabile che la telecamera si attivi ma che non si veda chi o cosa ha attivato la videocamera. Pertanto, quando la posizionate è bene considerare questo aspetto e avere sufficiente spazio tra la portata della camera e eventuali punti ciechi.
  3. Essendo un sistema internet-based dipende strettamente dalla connessione ad internet e questo può comportare una vulnerabilità.
Total
53
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente

La vipera in Italia: cosa fare se la incontriamo

Articolo successivo
rubinetto arrugginito da cui sgorga acqua - guida ai potabilizzatori

Acqua: tutti i metodi di potabilizzazione

Total
53
Share