fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Scrubba Wash Bag

 

Solitamente, quando si progettano delle uscite di più giorni come trekking, escursioni, (o nel caso del prepping, il bugging out), non si dispongono delle comodità domestiche; se per il cibo, l’igiene personale e le comunicazioni si possono trovare soluzioni compatte, per l’abbigliamento si riscontrano notevoli criticità soprattutto legate all’ingombro e alla varietà dei capi necessari.
Per sopperire a questo problema, la soluzione più logica sarebbe quella di lavare man mano gli indumenti che si sporcano così da ridurre al minimo la quantità di capi da portare con se, anche se come si intuisce non è semplicissimo quando non si è a casa.

Navigando sul web sono incappato in un prodotto molto simpatico che nasce proprio per risolvere questo problema: lo Scrubba Wash Bag, disponibile da poco anche per il pubblico italiano su Amazon.it.

Questo prodotto, realizzato da un giovane ragazzo americano, è una soluzione compatta e versatile per poter lavare i propri vestiti con pochissima acqua e detersivo.
La struttura di questa sacca è studiata su le classiche sacche ermetiche, con una superficie interna composta da microsfere che fungono da agente pulente e permettono, in pochi minuti di togliere, come riportato sul sito, “olio, sporco e odori dagli indumenti”. 
Il costruttore dichiara, inoltre, che non servono appositi detersivi ma si possono usare senza problemi gel-doccia, shampoo o del classico sapone.



Personalmente, analizzando questo prodotto, trovo due criticità:

Prezzo: il prezzo è di circa 50€ e su due piedi mi viene da pensare che è un po’ caro. Per valutare meglio però il prodotto servirebbe un’analisi fisica perché se il prezzo è indicatore di qualità, questa sacca dovrebbe esserlo;
Praticità: è indubbia la versatilità di questo prodotto, la compattezza e la leggerezza (145 g) che permetterebbe di ridurre il carico di indumenti, ma no alcuni dubbi sull’effettiva efficacia pulente. La maggior parte delle recensioni pubblicate sono positive ma, comunque, bisogna verificare i commenti con dei test rigorosi;

Detto ciò, devo però sottolineare come l’idea sia grandiosa e utile.
In cima all’articolo potrete vedere il video ufficiale di presentazione del prodotto.

Dicci cosa ne pensi di questo prodotto. Lo inseriresti nel tuo equipaggiamento?

Alla prossima.

(Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram).

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
imparare a leggere l'etichetta

Identikit alimentare: imparare a leggere l'etichetta

Articolo successivo

Razioni alimentari. Razione K vs MRE

Articoli correlati
Total
0
Share