fbpx
Quando ti prende la scimmia per il prepping, c'è Portale Sopravvivenza!

Wuben C3: una VERA torcia tattica sotto i 30€

Wuben C3 Recensione - Portale Sopravvivenza


Nella mia esasperata ricerca della torcia perfetta (che mai troverò!), sono incappato in questo modello a basso costo, di una marca poco nota che sta dimostrando una certa ambizione nell’imporsi sulla concorrenza.

Premetto da subito che il modello Wuben C3 non è esente da difetti, ma alcuni suoi punti forti e la fascia di prezzo in cui si colloca lo rendono comunque molto interessante anche solo come torcia di backup, sebbene con un po’ di umiltà abbia tutti i numeri per funzionare anche da torcia primaria per le emergenze!

Vuoi ricevere gli articoli di Portale Sopravvivenza in anteprima sul tuo smartphone? Iscriviti al nostro canale Telegram)

La recensione

Per una volta, partirò dal fondo prima di perdermi in analisi: i pro e i contro.

I pro:

  • È una VERA torcia tattica
  • È semplice da usare
  • La luminosità da 5 a 1200 lumen (quasi 180 metri!) la rende molto versatile
  • Robusta contro le cadute e impermeabile IP68 (1 ora immersa a 2 metri di profondità)
  • Compatibilità con più formati di batterie
  • Ricarica USB-C incorporata e indicatore del livello di batteria

I contro:

  • Cono luminoso grezzo (ma efficiente)

Torcia tattica: che cosa significa?

Una torcia tattica è una torcia che per sue caratteristiche si rivela ottimale nell’uso con armi da fuoco, robuste e versatili. Diametro e dimensioni consentono di montarle sulle slitte per fucili o pistole, e di utilizzarle agevolmente anche in mano, abbinate ai suddetti rumorosi attrezzi.

Una caratteristica tipica e fondamentale è l’accensione tramite un bottone posteriore posto sulla coda, e non sul fianco: questo consente di azionarle col pollice mentre le si impugna come un pugnale, oppure di collegarle a interruttori remoti con un cavetto.

Altre caratteristiche tipiche sono delle funzionalità limitate ed efficaci: uno, due o massimo tre livelli di luce, più un’eventuale strobo per disorientare i malintenzionati o segnalare la propria presenza ai soccorsi.

Devono avere un cono di media ampiezza: se fosse troppo stretto renderebbe difficile l’ispezione di luoghi chiusi e spazi stretti, mentre un cono troppo ampio ridurrebbe troppo la gittata.

La Wuben C3 soddisfa tutti questi requisiti! È lunga appena 12 cm e larga 2,5 (diametro standard per gli anelli da fucile), e pesa soltanto 73 grammi senza batteria.

Come funziona la Wuben C3?

Si accende con una semplice pressione a fondo del bottone, fino al classico clic. Puoi variare la luminosità con una pressione più leggera e spegnerla con un clic profondo. Riaccendendola, mantiene in memoria l’ultima intensità utilizzata, e questa è una cosa molto utile.

Sono anche presenti due funzioni secondarie: lo strobo, attivabile con una rapida doppia pressione, e l’SOS, attivabile con una tripla. Quest’ultimo genera in sequenza continua un SOS luminoso in codice Morse (tre punti, tre linee, tre punti).

Luminosità e autonomia

Puoi regolarla a 5, 80, 400 e 1200 lumen. Ovviamente, maggiore è l’intensità e minore sarà la durata della batteria, che va da 143 ore a 2,5 (+1 minuto in turbo continuo) utilizzando la batteria di serie da 2600 mAh.

È importante notare che se impostata a 1200 lumen, classica modalità turbo tipica di tutte le torce moderne, si surriscalda in fretta! Per questo motivo c’è una protezione di fabbrica che dopo 1 minuto ne abbassa automaticamente l’output a 500, salvo riattivare deliberatamente la funzione. Ci sono torce di marche migliori capaci di gestire meglio il turbo, ma qui parliamo di un modello che offre anche un buon compromesso economico: se vuoi spendere più del doppio, c’è sempre l’eccellente Fenix TK15!

A 1200 lumen, la gittata dichiarata è di 179 metri, che a noi è sembrata assolutamente reale se consideriamo anche le ultime briciole di luce.

Robustezza e accessori inclusi

La Wuben dichiara resistenza alle cadute per 1,5 metri sulle superfici dure: sembra poco, ma molte torce di marche più blasonate (Fenix, Sofirn, Olight) spesso si limitano a dichiarare 1 metro. Nella mia esperienza ho fatto cadere sul suolo erboso delle torce anche da 4 metri di altezza senza riscontrare rotture. Immancabile l’impermeabilità IP68, dichiarata in 1 ora di immersione a 2 metri di profondità, dalla quale deduco una impermeabilità pressoché eterna se immersa a meno di 1 metro. Ammetto di non avere ancora voluto verificare questa ipotesi.

La Wuben C3 è fornita con un manualetto multilingue, le immancabili guarnizioni (O-ring) di ricambio, un laccetto da polso e un cavo USB-C per la ricarica, più una robusta batteria 18650 di tipo protetto da ben 2600 mAh. Sulla torcia è già montato un utile aggancio metallico a clip per cintura o taschini, una finezza spesso assente in molte torce tattiche. Purtroppo, la sua rimozione non è delle più facili, ma è comunque fattibile senza danni.

Le batterie utilizzabili

Il manualetto di istruzioni della Wuben C3 dichiara la piena compatibilità con batterie 18650 di tipo protetto come quella inclusa, e una “compatibilità con cautela” utilizzando batterie CR123 usa e getta da 3 Volt (due in fila!) oppure 18650 non protette (a testa piatta). In realtà nei miei test ho individuato perfetta compatibilità anche con celle LiFePO4 di nuova generazione (dal voltaggio poco più basso).

Infine, sebbene il manuale dica di NON UTILIZZARE le celle 16340 (note anche come RCR123, ossia la versione ricaricabile delle CR123), è possibile usarle in sicurezza con un trucco!
Il motivo per l’incompatibilità dichiarata è che la tensione di queste è maggiore della versione usa e getta: 4,2V contro 3,0: se ne metti due in fila porteresti la tensione a ben 8,4V e il LED si fulminerebbe molto rapidamente.

Come fare? Semplice!

Prendi una sola batteria 16340 carica, infilala nella torcia e compensa lo spessore mancante con una molla lunga 35-40 mm, eventualmente racchiusa dentro un pezzetto di tubo rigido.

Ovviamente l’autonomia sarà molto inferiore: queste cellette hanno una capacità di 700-800 mAh contro i 2600 della batteria di serie, ma possono comunque garantirti circa 40 ore di luce a 5 lumen o 5-6 ore a 80 lumen. Sono trucchi d’emergenza, un po’ come la conversione delle vecchie torce militari di cui abbiamo parlato!

La ricarica incorporata

Questa torcia, come molte altre delle produzioni recenti, consente la ricarica diretta collegandola a un qualsiasi caricabatterie per smartphone. Presenta una presa del più moderno tipo C, ben protetta da uno sportello in gomma (che ti consiglio comunque di coprire con un giro di nastro isolante ben tirato!). Il produttore consiglia di utilizzare soltanto batterie 18650 PROTETTE, cioè quelle col terminale positivo a forma di bottoncino come quelli delle normali pile usa e getta. È una cosa molto importante, che approfondiremo esaminando i pochi difetti di questo modello.

Infine, la C3 ha un indicatore del livello di carica rimanente, che si attiva per alcuni secondi ogni volta che la accendi, mostrando un led che può essere verde stabile, verde lampeggiante, rosso stabile e rosso lampeggiante. Non è indispensabile, ma sicuramente molto utile!

I difetti

Dopo tutta questa cornucopia di funzioni e caratteristiche davvero allettanti, sono rimasto quasi imbarazzato da due grossolanerie quasi inspiegabili per una torcia tattica così ambiziosa: niente da fare, i cinesi proprio non capiscono che a sforzarsi quel poco di più nel progettare, si potrebbe vendere dieci volte tanto.

  1. Il LED, un diodo Osram P9 a luce fredda (6000 Kelvin) proietta un fascio uniforme, che viene stupidamente deformato dalla corona della torcia stessa. Il risultato è un fastidioso spill, ossia un alone laterale irregolare e di sagoma squadrata. Questo difetto si nota molto nei primi 10 metri di gittata, per poi dissolversi abbastanza nelle distanze più lunghe. In ogni caso, il risultato complessivo è comunque più dignitoso di certe cinesate ignobili e inaffidabili da pochi euro.
  1. La ricarica USB: Nei 3 esemplari testati, in uno soltanto (del 2019) inspiegabilmente, il produttore non ha previsto l’importantissima funzione di interruzione della corrente a batteria carica! In altre parole, questa può ricaricare in sicurezza soltanto le batterie 18650 protette (quelle col bottoncino in cima), e non quelle a “testa piatta” prive di circuito di protezione.
    Nei due esemplari prodotti nel 2020 non abbiamo riscontrato questo problema, anzi, in essi la ricarica si interrompe quando la batteria raggiunge circa l’80-85% di carica 4,00 Volt).

Sarò coinciso: se hai dubbi, ricarica questa torcia via USB solo ed esclusivamente se al suo interno hai inserito una batteria protetta (come quella che ti viene fornita), esattamente come raccomandato dal manuale.

Conclusioni – Wuben C3

I difetti di questa torcia sono tutto sommato perdonabili, anche se purtroppo la rendono un capolavoro mancato. La robustezza e l’autonomia ne fanno un’ottima candidata per l’EDC e per le bug-out bag, anche solo come torcia di riserva grazie alla leggerezza.

Se proprio dobbiamo darle un voto, anche tenendo conto del prezzo modesto, ci sentiamo di promuoverla con un 8+/10.
Perché comprarla? Perché costa metà della stupenda Sofirn IF25A, è più semplice da usare ed è di tipo tattico.

POSTILLA:
Spero di strapparti un sorriso parafrasando Homer Simpson: “Questa C3 non è malaccio, ma mi ha deluso su un paio di aspetti. Penso che ne comprerò soltanto due”.

Total
5
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
prevedere il tempo - previsoni del tempo - nuvole - nuvola

Previsioni meteo: prevedere la pioggia e i temporali

Articolo successivo
consiglio supremo di difesa c'è da preoccuparsi - quirinale

Consiglio supremo di difesa: c'è da preoccuparsi?

Total
5
Share